Le aziende bergamasche oggi, purtroppo come ieri

Capodanno. Quelle ventiquattrore che segnavano il crocevia da cui ripartire con nuovo entusiamo al nuovo anno, ora, sono il riflesso sbiadito del panorama imprenditoriale locale, infiacchito dalla tassazione, senza idee, dissanguato e privo di utili da reinvestire. E mentre le incognite gravano sul futuro di piccoli imprenditori e commercianti che vedono l’abituale mercato prosciugarsi progressivamente, ciò che non viene contemplatata è la creazione di una corsia preferenziale in cui imboccare la via del rilancio. Una analisi di mercato condotta da MTSM Srl sull’arco del 2013, ha evidenziato una falla pesante – e che accomuna fortunate e meno fortunate attività del territorio bergamasco cittadino e provinciale: la pressoché totale assenza di una strategia di mercato programmata. Investimenti pubblicitari e cartellonistica senza criterio apparente restano le spese più gettonate, ma c’è chi fa peggio: pianificazioni approssimative non corrisposte da un investimento per strutturare una immagine coordinata dell’azienda, ad esempio, azioni promozionali slegate tra loro che non trovano univocità di intenti. Per uscire dalle sottigliezze tecniche, con immagine coordinata si intende quel biglietto da visita che parte dalla comune business card al sito web, proseguendo con lo sbarco sui social network (vero flop che iscrive al club un numero elevatissimo di aziende) e una mancanza di criterio per coordinare queste attività con eventi fieristici e promozione costante pianificata sull’arco dell’anno.

Ancora da sdoganare, invece, il luogo comune che vedrebbe nel marketing e nelle attività di branding una spesa accessoria, da affrontare con superficialità o, troppo spesso, da non sfruttare affatto. La zavorra culturale che vede negli aficionados e nel nome (talvolta storico) di un’attività la certezza sufficiente per superare la crisi, rappresenta un altro forte limite della piccola imprenditoria bergamasca; la difficoltà nel fare rete si assomma alla difficoltà nel promuoversi, e l’addurre la crisi come causa principale un immobilismo dettato più dall’assenza di idee che di fondi per un investimento rateizzabile sull’immagine, la via di fuga più battuta.

Parlando invece di numeri, evidenziamo quelli che possono essere i costi per un investimento sull’immagine – mediamente – che potrebbe sostenere un’azienda sull’arco dei 12 mesi. La spesa media, calcolata  secondo i prezzi di listino di MTSM oscilla tra gli 85 e i 200 euro mensili, che calcolati sull’arco dei 12 mesi, se vogliamo parlare di cifre complete, ammonta quindi ad un investimento di 1.020 – 2.400 euro annui, come anticipato, rateizzabili.

La domanda che poniamo alle aziende e ai commercianti è la seguente: la vostra immagine vale di più o di meno di quello che noi chiediamo?

Annunci

Nembro Danza: clienti, visibilità e nuove occasioni, l’esempio di un piano marketing targato MTSM

Investire significa crescere, rateizzando e monitorando passo a passo i risultati. Sul blog della nostra società di marketing, Loredana Curnis – presidente dell’Associazione Nembro Danza -, racconta la crescita della sua realtà lavorativa in soli tre mesi dall’acquisto di un nostro pacchetto marketing.

 

“Sono stati tre mesi di intesa attività, nei quali abbiamo affiancato – alle già consolidate attività – il progetto studiato dal dott. Gamba di MTSM. Le nostre finanze ci consentivano un investimento cauto, e abbiamo chiesto lo studio di un pacchetto marketing base, ma soprattutto rateizzato, per poter valutare se i risultati fossero pari all’investimento, mese per mese. Ad occuparsi dell’aspetto gestionale sui social media è stata la nostra responsabile Lucrezia Carraro, che ha fatto due sedute di consulenza gratuita presso MTSM, essendo stato un servizio post vendita incluso nel pacchetto. Ci siamo mossi in maniera graduale sulle piattaforme, con una precisa strategia, e nel giro di questi tre mesi abbiamo ottenuto: visibilità, clienti nuovi e soprattutto una grande proposta”.

KaraKiller è una gara di canto abbinata, all’interno dell’esibizione stessa, ad una prova di abilità. Idea nata dalla fusione tra gare tradizionali di karaoke ed un format alla ‘Giochi senza Frontiere’ .
Si divide in due fasi: la prima dedicata alle Selezioni, dove i partecipanti capiranno cosa vuol dire affrontare le prove di KaraKiller. Questa fase serve soprattutto ai partecipanti per testare le varie canzoni/prove e selezionare chi è abile per partecipare alla Gara. La seconda fase è la Gara: ad ogni serata eliminatoria ci sarà un vincitore che passerà alle semifinali, avverranno inoltre alcuni ripescaggi con un metodo che sarà stabilito nel Regolamento. La Giuria sarà formata da una parte tecnica, ovvero ospiti e addetti ai lavori che daranno un giudizio tecnico per quanto riguarda il canto, il pubblico presente al locale che voterà l’abilità nell’ affrontare le prove ed i telespettatori che voteranno espressamente per i ripescaggi . Le finali serviranno a stabilire il primo vincitore di KaraKiller, che oltretutto vincerà un Viaggio offerto da uno Sponsor.
Le serate si svolgeranno ogni Mercoledì sera presso il Discobar Madison di Casnigo in via lungo romna, n° 33 a partire dal 4 Dicembre 2013 fino al 30 Aprile 2014 (escluso il 25 Dicembre 2013 ed il 1 Gennaio 2014), presentate da Paola Battaglia e Beppe Duci, la televisione ufficiale sarà Bergamo Tv che manderà in onda le riprese nella nuova trasmissione dedicata alla Gara stessa due volte a settimana.

Un bisogno che diventa emozione

www.studiocfc.itSì alla strategia, sì anche alla diffusione virale. Ma il marketing, per chi lo pratica e lo vive, è molto altro. Emozione prima di tutto, che si lega alla forza di un contenuto, di un’esperienza. Ciò che il consumatore inconsciamente vuole, ciò che l’azienda cliente per sé pretende. Il marketing, con l sua equipe di professionisti, non fa altro che proiettare un faro sulla soluzione a questi bisogni latenti, e con la consulenza ti dà anche la sua spiegazione. Mentre MTSM, a tutto questo, aggiunge anche il risultato, l’esito di un lavoro che si irradia della bellezza di un prodotto, arricchito da una storia e da un contenuto.
Questo significa fare marketing, e questo vuol dire vivere i propri clienti a fondo. Mentre la parolina TES, significa “Fare il Passo Ulteriore” (The Extra Step). Per offrire un servizio serve in cambio un oggetto, e questo oggetto si slancia sulla nostra fantasia, per diventare linguaggio comune e uso quotidiano. Dalla bellezza di una cravatta alla ricercatezza di una camicia della sartoria napoletana; fino ad arrivare, più banalmente, alla banana di Crozza. E’ vero, il marketing è ovunque, ma l’emozione vera risiede qui. E l’emozione sta proprio nel soddisfare con consapevolezza ogni nostro bisogno. Ecco perché per noi il marketing è come una danza al chiaro di luna

Guarda lo spezzone della puntata in onda venerdì 22 ottobre su La7, cliccando qui, dove Maurizio Crozza spiega il marketing

Comunicazione: il mercato francese in crescita sul 2012

Il Gruppo TBS è presente sul mercato dei media e della comunicazione in 8 Paesi europei. In questi ultimi tempi, ogni mercato sta subendo una diversa evoluzione: TBS Italy (proprietario di ILFAC), con il sostegno di Spot and Web, vi fornisce una visione di come si stanno muovendo i vostri colleghi all’estero.

Nei mesi di Novembre e Dicembre vi daremo una panoramica per ogni singolo Paese. Cominciamo, oggi, con il paese più vicino all’Italia, la Francia.

Il mercato pubblicitario d’oltralpe, rappresenta a fine Settembre 19,662 Miliardi di € e beneficia di una crescita del 2% rispetto allo stesso periodo del 2012. L’evoluzione dei singoli medium:

TBS Italy come va la Francia - 1

I settori in forte crescita o ribasso durante il periodo Gennaio-Settembre 2013 vs 2012 sono:

TBS Italy come va la Francia - 2

Il CEO di TBS Francia, Nicolas Daniel, ci spiega come è andato quest’anno per TBS Francia e cosa ci si aspetta per il 2014:
“Bisogna ricordare che TBS fornisce due categorie di servizi alle agenzie creative e concessionarie di pubblicità: il database ILFAC e i software Aloha e AdResa per la gestione dell’attività commerciale. Per quanto riguarda la banca dati ILFAC, l’anno è stato molto positivo perchè molte agenzie sono state costrette a sviluppare il loro business per compensare i problemi della crisi. ILFAC è l’unico strumento adattato alle loro esigenze e abbiamo avuto una forte domanda.
L’anno è stato positivo anche per ciò che riguarda i software dedicati alla gestione dell’attività commerciale delle concessionarie di pubblicità, AdResa e Aloha. La crisi ha costretto alcuni gruppi a separarsi da alcune riviste, che hanno sviluppato nuove concessionarie di pubblicità che ci hanno contatto per dotarsi delle nostre soluzioni. E’ stato il caso della divisione Salute di Wolters Kluwer e del Gruppo Next, ad esempio. Altri editori hanno ripreso la gestione della vendita pubblicitaria internamente e sono stati costretti ad adottare i nostri strumenti (esempio Idea Magazine o Uni Edition).
L’anno 2014 dovrebbe essere identico a quello 2013. Grandi gruppi stanno ancora vendendo alcune riviste, come il Gruppo Lagardère e, sicuramente, si svilupperanno nuove strutture che avranno bisogno delle nostre soluzioni. “

Una Chat di lavoro: per consulenze, domande, curiosità. Gratuita ed esaustiva.

Un blog è vicinanza, ricerca e approfondomento. Un blog, ora è anche dialogo. MTSMagazine collauderà nei prossimi giorni, una chat di lavoro incorporata proprio all’interno del blog. Per l’utente che volesse chiedere un appuntamento con i nostri operatori marketing, chiedere informazioni o, una volta cliente, chiedere addirittura una consulenza, sarà possibile cliccare sulla vignetta apposita che comparirà a fondo pagina. In questo modo si aprirà la versione chat e questo vi consentità di poter stabilire una linea diretta con i nostri marketer, con la tipografia, con l’ufficio stampa e con il settore editoriale dei nostri giornali.

Chiunque fosse invece interessato ad una consulenza di durata sopra i 30 minuti, può, prima di collegarsi alla chat, chiedere un appuntamento al nostro indirizzo generale: info@mtsmpress.com, e al resto ci pensiamo noi ricontattandovi immediatamente. Potrete sapere anche il listino prezzi della nostra consulenza via web, estremamente flessibile e conveniente: vi farà risparmiare tempo e benzina, guadagnando in nuove idee ed in una pronta assistenza.

Quando si dice l’informazione in un click.

Qualità ed eleganza: che classe l’olio made in Italy in versione natalizia

Marketing come forma di cultura, MTSM Srl come promotrice. Lanciare un prodotto significa innanzitutto conoscerlo, capirne le reali potenzialità. Un lavoro tutto in discesa se, selezionato il cliente, vi è un immediato riscontro qualitativo della sua proposta. Un esempio è quindi dato dall’Azienda Agricola Sant’Anna, entrata a pieno titolo nella nostra rete di clienti fidelizzati e resi partership del nostro marketing.

La proposta di questa azienda a gestione familiare, allocata a Vivoli Massa Marittima (Grosseto), si struttura sull’unione di qualità e brand. Brand, come può essere la tua società, che vuole affiggere il proprio logo sulla produzione del miglior olio toscano come regalo per le festività natalizie a clienti, fornitori, dipendenti.

Il regalo: utilizzo, qualità del prodotto e resa estetica. Tre fattori che trovano sede in una bottiglia di vetro dall’anatomia studiata secondo ergonomicità e cura delle linee; al loro interno il miglior olio toscano risultato dalla spremitura a freddo di olive leccine coltivate esclusivamente all’interno dell’azienda. La particolare varietà leccina unita ad un’attenta raccolta conferisce al prodotto finito un sapore delicato, dai toni fruttati e freschi che contribuiscono ad un netto abbassamento dell’acidità. Un prodotto specializzato, che può accompagnare con la sua forma anche degustazioni a crudo, piuttosto che verdure e pesce.

L’olio, confezionato in bottigli da mezzo litro e da un litro, verrà personalizzato secondo i tuoi desideri: massima espressione del concetto di made in italy. MTSM Srl, con la sua tipografia, personalizzerà per te ogni bottiglia, che potrà essere ritirata dai nostri punti di appoggio: Almè, Treviglio, Paratico e Costa Volpino.

Perché puntare sull’Azienda Agricola Sant’Anna? Perché è sensibile ai problemi legati all’ambiente, e può infatti vantare un impianto fotovoltaico in grado di provvedere al fabbisogno energetico, consolidato da una caldaia a biomasse, attorno cui sorge il parco florofaunistico di Montioni.

Scegli un regalo di qualità, e aggiungi un tocco di classe. Per il tuo olio su misura rivolgiti a noi.